Mastopessi

Con mastopessi si vuole indicare un tipo di intervento volto a rimodellare il seno, che in seguito a vari fattori può risultare cadente, vuoto e allungato. Si tratta di un’operazione che avviene molto frequentemente soprattutto nelle donne che hanno subito perdita di peso repentina o dopo l’allattamento.

MastopessiNella mastopessi non è la dimensione ad essere messa in discussione bensì la consistenza del seno, che diventa cadente e svuotato; fattori quali l’invecchiamento cutaneo, portano ad un rilassamento ghiandolare, che fa risultare il seno esteticamente poco gradevole.

La mastopessi è dunque un ringiovanimento delle mammelle, per conferire loro un aspetto gradevolmente più sodo ed esteticamente migliore: ogni paziente deve essere valutata in base alle proprie caratteristiche, anche perché a volte il volume del seno è sufficiente e quindi basterà solo il lifting. Quando invece il seno è troppo vuoto, ci sarà bisogno dell’ inserimento di una protesi.

A volte le donne insoddisfatte del proprio seno, non sanno neppure che esiste una possibilità di migliorarlo senza tuttavia intervenire sulle dimensioni: questo intervento può comunque essere abbinato ad una mastoplastica a seconda delle esigenze e della qualità delle mammelle.

Se il seno è troppo flaccido, poco sodo, con un aspetto allungato; Se i capezzoli puntano verso il basso, se il seno è così spento da nascondere la piega sottomammaria: allora è il caso di fare una mastopessi.

L’intervento consiste nel praticare un’ incisione sulla parte alta e asportare via la parte in eccesso: ovviamente seguendo un programma preciso; l’aspetto del seno risulterà notevolmente migliorato e effettivamente ringiovanito.

Lascia un commento