Cosa è l’artrosi al ginocchio

Artrosi ginocchioL’artrosi al ginocchio è una patologia molto comune che porta alla graduale degenerazione delle cartilagini articolari.

L’artrosi, in generale, è una patologia che può colpire diverse parti del corpo e non è considerata una patologia di natura infiammatoria, anche se un’infiammazione della parte può essere presente in maniera non acuta e di lieve entità.

Il riscontro della patologia aumenta sensibilmente oltre i cinquant’anni di età dei pazienti: si stima che essa sia riscontrabile in via radiologica nello 85% dei pazienti ultra sessantacinquenni è nel 25 – 30% dei cinquantenni. (Fonte www.isokinetic.com)

Un’altra forma di artrosi, quella secondaria, può manifestarsi invece anche prima, conseguentemente a traumi, interventi pregressi e malattie metaboliche.

Tradizionalmente i processi di sviluppo dell’artrosi sono stati ricondotti esclusivamente all’invecchiamento dato che, come anticipato, il fenomeno viene più frequentemente riscontrato negli anziani; in realtà il normale processo di invecchiamento non determina direttamente la patologia.

Le ricerche scientifiche hanno individuato alcuni enzimi che danneggiano la cartilagine delle articolazioni; la loro azione può essere inibita da alcuni antibiotici capaci di rallentare il processo di deterioramento alla base dell’artrosi.

L’artrosi al ginocchio, nello specifico, ha un processo di deteriorazione delle articolazioni piuttosto lento, per cui nelle prime fasi della patologie non si avvertono sintomi; questi tendono a comparire nelle fasi più avanzate.

Tra i principali sintomi, il dolore al ginocchio colpito, una sensazione di rigidità dell’arto, specie nelle ore mattutine, generale debolezza dell’intero arto. Possono manifestarsi, poi, una sensazione di calore nell’area del ginocchio, oltre al rossore e gonfiore dello stesso.

Il gonfiore, in particolare, è dipeso dall’accumulo di liquidi sinoviali nel ginocchio, causati dalla lesione cartilaginea; nelle forme più avanzate di artrosi al ginocchio può verificarsi il distacco di frammenti di cartilagine, che possono causare l’infiammazione dei tessuti.

In questo e in casi ancor più avanzati il ginocchio può apparire, oltre che molto dolorante, anche deformato per causa di una crescita insolita delle ossa, volte a compensare la diminuzione del tessuto cartilagineo.

La decisione del trattamento da intraprendere si basa sulla valutazione dell’età del paziente e dello stato di degenerazione; questo tende alla riduzione dei sintomi e quindi a favorire un’attività articolare il più possibile nella norma.

I sintomi e le cause dell’artrosi del ginocchio

Tra le varie forme di artrosi quella al ginocchio è la più comune e può colpire a tutte le età, anche se è più comune che si verifichi in persone con un’età superiore ai quarantacinque anni.

A cosa è dovuta l’artrosi del ginocchio? Tutte le ossa del ginocchio sono rivestite da cartilagine articolare liscia; questa subisce una degenerazione graduale e progressiva, diventando rigida, poco elastica e compatta, causando, nei casi più gravi, anche il distacco di frammenti ossei e cartilaginei a causa della difficoltà delle ossa a muoversi su un tessuto così ridotto.

L’artrosi modifica anche la composizione del liquido sinoviale che agevola il funzionamento del ginocchio: questo diventa meno viscoso e quindi meno capace di lubrificare e ammortizzare l’arto nei movimenti fisiologici.

L’artrosi al ginocchio può manifestarsi in forme di varia gravità, con sintomi lievi o, al contrario piuttosto acuti come un forte dolore al ginocchio. Nella forma più estrema ed invasiva, la cartilagine risulta quasi completamente consumata e le ossa subiscono importanti danni, dato che non possono muoversi agevolmente l’una sull’altra.

I sintomi più frequenti dell’artrosi al ginocchio sono una sensazione di rigidità dell’arto, specie nelle ore mattutine e al risveglio, il dolore al ginocchio, più forte se si compiono alcuni movimenti come scendere o salire le scale, difficoltà nei movimenti, gonfiore e rossore del ginocchio oltre al calore dello stesso.

L’artrosi del ginocchio viene diagnosticata sulla base dei risultati di una radiografia, che permette di valutare lo spessore della cartilagine ed il suo stato.

Una volta accertata la diagnosi, è opportuno procedere con il trattamento più adeguato in modo tempestivo. Le cure possono essere di diversa natura, ma hanno lo scopo di lenire i sintomi e contenere i danni causati dalla patologia. Poiché si tratta di una malattia degenerativa, è opportuno agire tempestivamente per limitare il progredire della malattia e per evitarne l’aggravamento.

Alcuni fattori di rischio possono favorire lo sviluppo e la presenza dell’artrosi: fra questi la predisposizione genetica, l’obesità, l’invecchiamento, gli infortuni al ginocchio pregressi, lo stile di vita sedentario e la mancanza di movimento, giacché non consentono di avere un adeguato tono muscolare, capace di offrire un notevole supporto all’articolazione, di concerto con le cartilagine.

 

Lascia un commento